Catania

Catania

Location

Catania Dentro la città di Catania si possono scoprire i segreti e le meraviglie nascoste di luoghi magicamente scolpiti nel tempo. Cultura, origini, tradizioni e storia di una città dall’atmosfera magica dove il folklore trova l’espressione più veritiera nella festa di S. Agata e nei mercati storici. Di fondamentale importanza è una visita in piazza del Duomo, cinta da palazzi barocchi, al centro della piazza è posta la Fontana dell’elefante, un monumento molto particolare e simbolo della città, composto da un elefante di lava che regge un obelisco egiziano. Sul lato nord della piazza sorge il magnifico Palazzo del Municipio e sul lato opposto il Palazzo dell’ex seminario dei Chierici. Sul lato est spicca maestosa l’architettura del Duomo, in prossimità troviamo lo splendido Palazzo Biscari, magnifico esempio di barocco catanese settecentesco ed il grandioso Monastero Benedettino di S. Nicolò l’Arena, edificato originariamente nel 1558, ricostruito dopo il terremoto del 1693 e ampliato ancora su impianto più grandioso nel 1703. Il Castello Ursino, fatto costruire da Federico II di Svevia, ospita oggi il Museo Civico. Importanti la scenografica via Etnea, salotto storico di Catania, e la Via dei Crociferi con le sue superbe chiese tra cui quella di San Benedetto e San Giuliano. Fra le testimonianze di epoca classica troviamo il Teatro Greco e l’Anfiteatro Romano. Un ricco cartellone operistico e sinfonico si tiene nello stupendo Teatro Massimo.

Acireale La città dei “cento campanili”, patria del barocco fiorito, città termale, sede di secolari usanze folkloristiche e religiose. Indiscussa “regina” del carnevale siciliano, Acireale conserva le migliori tradizioni, come l’antica Opera dei Pupi e la prelibata pasticceria. Vicina alla città di Catania, tra il vulcano e la costiera ionica, fondata sulla pietra lavica di cui è costituita gran parte delle strade e degli edifici settecenteschi. Di origine antichissima, la sua fondazione si fa risalire addirittura ai leggendari Ciclopi. Il terremoto del 1693 la distrusse interamente ma venne riedificata con il suo aspetto barocco ricco di pregevoli edifici e monumenti racchiusi principalmente in Piazza del Duomo. Proprio il Duomo è una mirabile architettura del periodo barocco con una facciata in stile romanico-gotico, l’interno a croce latina conserva preziosi affreschi e dipinti settecenteschi. Sempre in Piazza del Duomo vi è la basilica seicentesca dei SS Pietro e Paolo con campanile a cuspide. La piazza è chiusa sul lato sud dal magnifico Palazzo Comunale, con facciata bugnata tipicamente seicentesca e superbe mensole scolpite con la tipica esuberanza del barocco fiorito catanese, nelle vicinanze la Basilica di S. Sebastiano, patrono della città, dalla fastosa facciata barocca preceduta da una balaustra coronata da dieci statue. La festa del santo patrono, S. Sebastiano, si celebra il 20 gennaio. La statua del santo è trasportata in processione su un fercolo d’argento sospinto dai devoti facenti parte di varie confraternite. Interessante il Teatro del Folklore che ospita spettacoli dell’Opera dei Pupi e il suo Carnevale, il più bello della Sicilia e forse fra i più belli d’Italia.

Caltagirone Città della ceramica dall’aristocratico profilo barocco, è famosa per le sue maioliche. Il centro storico, oltre ai numerosi monumenti storici e alle chiese, ospita più di cento botteghe artigiane disposte tra la piazza nel cuore del borgo antico e le sue principali vie. Rinomata in tutto il mondo per la produzione di ceramiche che si notano in varie parti della città, come ad esempio nella Villa, il giardino pubblico adorno di maioliche scintillanti, e di fronte la Terrazza anch’essa decorata da variopinte ceramiche, con accanto un bel palazzotto a gradinate e balaustre tutto ricoperto di rilievi in maiolica che accoglie il Museo Statale della Ceramica, interessantissima rassegna che illustra la storia della ceramica siciliana dalla preistoria ad oggi. Una visita è d’obbligo al Duomo, edificio del periodo normanno ma riedificato più volte, il lungo edificio della Corte Capitaniale, con una sfilata di portali e di finestre ornate, quindi la Piazza del Municipio ed in fondo ad essa una lunghissima gradinata, detta la “scala”, in cima alla quale sorge la chiesa settecentesca di Santa Maria del Monte, dove è venerata l’immagine della Madonna di Conadomini. La scenografica scala rivestita da mattonelle di maiolica policroma, opera di ceramisti locali, riassume lo spirito di Caltagirone e unisce la città alta alla città bassa ed è stata costruita nel 1608 dall’architetto Giuseppe Giacalone.

Sports and nature

Sports and nature Parco naturale dell'Etna Il più alto vulcano attivo d’Europa con i suoi oltre 3000 metri d’altezza ed uno dei maggiori del mondo. Le eruzioni vulcaniche subaeree coprirono le eruzioni sottomarine, iniziate circa 600.000 anni fa, per cui oggi è possibile vedere parte dell’attività antichissima in affioramenti di argille pleistoceniche anche a 700 metri di quota. In questo variegato universo che è l’Etna nelle sue pendici digradanti fino al mare, trovano posto boschi, parchi, frutteti, vigneti, borghi e cittadine. Esso è parte integrante dell’ambiente umano, e ciò si dimostra con la presenza di Catania posta alla sua base e di tutti gli altri paesi radicati sulle sue falde. Tutti gli insediamenti umani portano il marchio distintivo del vulcano: palazzi e chiese mostrano i neri ornamenti di pietra lavica, le strade sono spesso pavimentate da basole di lava compatta che disegna lunghe strisce nere. Sono presenti sul vulcano vere e proprie opere d’arte della natura come il superbo, unico e gigantesco Castagno dei Cento Cavalli. Si tratta di un castagno dall’età compresa tra 3.600 e 4.000 anni che ancora oggi si può ammirare nelle vicinanze del paese di S. Alfio. La leggenda narra che la regina Giovanna D’Aragona, scortata da un seguito di cento cavalieri, passasse da queste boscose contrade quando un improvviso temporale non permise più di proseguire; il castagno gigantesco riuscì così a dare riparo alla regina e a tutti. L’Etna è innanzi tutto un vulcano, il più alto d’Europa che mostra spettacoli di straordinaria intensità quando entra in attività eruttando terrificanti colate laviche. Il parco dell’Etna è una realtà che esiste dal 1987, nato con lo scopo primario di difendere e preservare la flora la fauna e l’attività collegata alle manifestazioni di origine vulcanica. Il parco mostra quest’ambiente unico nel suo genere fatto di deserti lavici e di boschi lussureggianti dove le intemperanze del vulcano modellano sempre nuovi scenari. Uno dei punti di maggiore bellezza dell’Etna è la valle del Bove dove si può ammirare l’ampia visione dei materiali lavici proiettati dalle eruzioni: dalle durissime lave basaltiche alle ceneri nere e sottili. Una manifestazione fra le più straordinarie del vulcano è quella della formazione di cavità createsi per via di diverse composizioni del magma, presenze di gas e temperature dell’aria, alcune delle quali veramente spettacolari, come la Grotta del Gelo, chiamata così perché è un inesauribile deposito di ghiaccio disposto nelle forme più svariate. Ricordiamo anche la Grotta dei Lamponi, una galleria percorsa da correnti d’aria notevoli e dai contorni aguzzi e taglienti.Per chi ama le emozioni forti è d’obbligo l’ascesa ai crateri sommitali, esperienza indimenticabile che si può effettuare solo con l’ausilio delle esperte guide dell’Etna. Il parco offre moltissimo per chi ama la botanica, infatti, dopo le fasce delle coltivazioni endemiche, intorno ai 1300 metri si incontrano i boschi di cerro e di roverella che in autunno si tingono di giallo, di rosso e di marrone e che spesso si trovano vicino a castagneti secolari. Salendo in quota si possono ammirare le grandi pinete dove cresce il pino laricio presente solo sull’Etna, specialmente nella pineta di Linguaglossa. Una curiosità che capita spesso di osservare durante la visita del Parco è la presenza delle “dagale”, piccole isole verdi interamente circondate dalla lava risparmiate dalla distruzione operata dal vulcano. Più in alto si trova il faggio dal bellissimo fogliame che, secondo la zona, assume o un portamento arbustivo oppure a fusto alto e rigoglioso. Uno spettacolo inatteso è quello dato dalla betulla etnense, presente solo in questo sito e residuo dei periodi della glaciazione, mostra una struttura più esile rispetto alle sue parenti scandinave o siberiane. Una specie arborea molto caratteristica che si può riscontrare a più latitudini è la ginestra etnense. Durante i mesi di Aprile e Maggio ricopre buona parte del territorio del Parco con la sua fioritura giallo acceso. La zona etnea è ricca di grandi quantità di funghi commestibili, particolarmente quelli del genere boletus, comunemente chiamati porcini. Oltre i 2000 metri si stende la zona desertica dove la lava è la componente determinante del territorio, si notano radi arbusti di ginepro dal portamento nano e, più in alto, dove nessuna pianta è in grado di sopravvivere, si aggrappano al suolo alcune piante pioniere come il senecio dell’Etna, lo spino santo e il cerastio dell’Etna le cui radici cominciano il lento lavoro di sgretolamento del terreno. Il Parco dell’Etna possiede una fauna abbastanza eterogenea che si può scoprire, con un po’ di fortuna, dedicandosi a del sano trekking tra i boschi. Sono presenti il coniglio selvatico, la donnola, la volpe, l’istrice, il riccio, il ghiro, la martora e il gatto selvatico. Molte sono le specie di uccelli, fra cui spicca la rara coturnice sicula, un gallinaceo dalle piume azzurro-grigio con becco e zampe rosse, le ghiandaie del bosco, l’upupa, il codirosso, il picchio rosso, la poiana, il corvo, il merlo, l’usignolo, la gazza e anche l’aquila reale che è tornata a nidificare nei luoghi più impervi del parco.

Acireale - Santa Tecla Palace

Hotel **** collocato in un ambiente magico, caldo e colorato si compone di un unico corpo disposto s info
INFO

Caltagirone - Hotel Villa Sturzo

Hotel *** Raffinatezza e comodità. Una bellezza senza tempo che lega insieme le due anime di una st info
INFO

Catania - Manganelli Palace

Hotel Accogliente ed esclusiva struttura alberghiera nella quale raffinatezza e stile si intrecciano info
INFO

Nicolosi - La Porta dell'Etna

Bed & Breakfast Di nuova costruzione, composto da 4 ampie stanze, ideale per le attività all info
INFO

Al momento non ci sono strutture per la location desiderata.

Tour Sicilia Ricercata

Catania
Durata di 8 giorni e 7 notti in hotel 4 stelle. Trattamento di pensione completa con bevande incluse info
INFO

Tour Sicilia Classica - da zona Catania

Catania
Durata di 8 giorni e 7 notti in hotel 4 stelle. Trattamento di pensione completa con bevande incluse info
INFO

Tour Sicilia Easy

Catania
Durata di 8 giorni e 7 notti in hotel 3 stelle. Trattamento di mezza pensione con bevande incluse. info
INFO

Sicilia da Scoprire in Auto

Catania
Durata minima: 8 giorni – 7 notti. Camera: standard in hotel 3 stelle. Trattamento: auto ed info
INFO

Mini Tour Sicilia Classica - partenza martedì

Catania
Durata di 5 giorni e 4 notti in hotel 4 stelle. Trattamento di pensione completa bevande incluse. info
INFO

Tour Sicilian Secrets

Catania
Durata di 8 giorni e 7 notti in hotel 4 stelle. Trattamento di mezza pensione (bevande escluse). Par info
INFO

Mini Tour Sicilia Colori da zona Catania

Catania
Durata di 5 giorni e 4 notti in hotel 4 stelle. Trattamento di mezza pensione (bevande escluse). Par info
INFO

Tour Bike - Alla Scoperta dell'Etna

Catania
Giro alla scoperta dei paesi etnei che sorgono alle pendici del vulcano attivo più alto d’Europa info
INFO

Tour Bike - Parchi Sicilia Orientale

Catania
Giro dei Parchi della Sicilia Orientale con percorsi misti (strada e fuori strada) attraverso Etna, info
INFO